giornata

Il diabete al centro della Giornata Mondiale della Salute

Il Diabete è al centro della Giornata Mondiale della Salute che si celebra oggi giovedì 7 aprile 2016.
Si tratta di una patologia che colpisce circa 350 milioni di persone nel mondo e la cui incidenza è in netto aumento. Si prevede, infatti, che nel prossimo ventennio il numero di diabetici raddoppierà e il diabete rappresenterà nel 2030 la settima causa di morte a livello globale.
L’obiettivo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità in occasione di questa giornata dedicata al diabete è quello di ottenere tre risultati:

  • aumentare il grado di conoscenza ed informazione sul diabete soprattutto nei Paesi a basso e medio reddito
  • portare avanti e sostenere una serie di azioni concrete che mirino a prevenire il diabete e ad aumentare l’accesso ai trattamenti
  • dare il via al primo rapporto globale sul diabete che avrà lo scopo di illustrare quanto pesa il diabete in termini economici e sociali garantire a più livelli una migliore sorveglianza ed assistenza

Dedica qualche minuto del tuo tempo oggi per informarti e per conoscere meglio questa patologia.

globesity

Globesity. Il sorpasso…

Globesity è un termine duro ma efficace coniato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per definire l’epidemia mondiale di sovrappeso e obesità. Gli adulti obesi nel mondo hanno superato numericamente gli individui sottopeso, il sorpasso per gli uomini è avvenuto nel 2011.
Lo rivela una vasta analisi a livello globale condotta sulla popolazione adulta e pubblicata sulla rivista Lancet. Negli ultimi 40 anni siamo passati da un mondo in cui la prevalenza di persone sottopeso era più che doppia di quella degli obesi, a un mondo in cui ci sono più persone obese che sottopeso.
Lo studio, coordinato dall’epidemiologo Majid Ezzati presso l’Imperial College di Londra, è stato pubblicato sulla prestigiosa rivista The Lancet, e può essere scaricato cliccando sul link che segue.

http://press.thelancet.com/BMI.pdf

 

 

utensili

Utensili rudimentali da cucina ed evoluzione

La prestigiosa rivista Nature ha pubblicato uno studio dal titolo “Impact of meat and Lower Palaeolithic food processing techniques on chewing in humans” nel quale gli autori Zink e Lieberman sostengono che l’utilizzo da parte dei nostri antenati, tra 2 e 3 milioni di anni fa, di rudimentali strumenti in pietra per mangiare la carne provocò lo sviluppo di un apparato masticatorio più piccolo e più efficiente, il miglioramento dell’apparato vocale ed un aumento delle dimensioni del cervello.

Link all’articolo di Nature

Carenza di vitamina D nei bambini

Abbiamo eliminato dalla vita dei bambini il gioco libero all’aria aperta.

Vivono le loro giornate quasi interamente in luoghi chiusi, la vita schematizzata e stressante come quella di noi adulti.

Non va bene…

Carenza di vitamina D nei bambini

La truffa dell'olio di oliva

La truffa alimentare è un reato grave e odioso, però purtroppo ancora tante persone non riescono a comprendere che un olio extravergine di oliva non può costare 3-4 euro al litro.

L’olio extravergine di oliva costituisce uno degli alimenti base di una sana alimentazione, ed è uno di quei prodotti sulla cui qualità non si dovrebbe scendere troppo a compromessi.

Usiamone magari un po’ di meno, ma usiamo quello di buona qualità.

La truffa dell’olio di oliva